Rae Martini

1976, Milano, Italia

Biografia

Rae Martini (Milano, 1976) è un artista visivo italiano. Poco dopo aver compiuto il decimo anno di età inizia il proprio percorso artistico autodidatta lavorando a tecniche di evoluzione delle strutture dell'alfabeto latino, dipingendole come interventi non autorizzati nello spazio urbano (Stylewriting - 1991/in corso). La sua azione si è compiuta a stretto contatto con le superfici verticali dell'ambiente cittadino, e attraverso tre decenni di ricerca si è poi concentrata sul processo di sperimentazione basato sulle interazioni reciproche dei materiali, lavorando pittoricamente con un ampio spettro di tecniche. Approfondisce una logica concettuale che lo porta a nuovi temi di lavoro legati all'interazione tra tempo e coscienza. Ispirato dai saggi filosofici di Henri Bergson e fisico-teorici di Carlo Rovelli, Rae Martini dipinge ritratti della successione temporale, fotografa lo stato dinamico della materia o tesse carta antica generando tessuti simboli dell'interdipendenza dei sistemi fisici. Nel 2021 una selezione di sue opere viene acquisita dall'archivio di Stato Francese per la collezione permanente del Museo MUCEM di Marsiglia. Ha esposto in gallerie d'arte e musei internazionali tra cui PAC - Padiglione d'arte contemporanea di Milano, Museo Giuli Rosselmini Gualandi di Pisa, Museo MAC di San Paolo, Galleria Federico Rui Milano, Carmichael Gallery Los Angeles, Galerie Chenus-Longhi Parigi, Galleria Schoeneck Basilea, Unruly Gallery Amsterdam. Ha realizzato installazioni murali permanenti per MAMBO – Museo di Arte Moderna di Bologna, Le Lieu Unique di Nantes, Art Basel Miami / Wynwood Art District e partecipato al progetto speciale del Padiglione Italia della 54ma Biennale di Venezia. Vive e lavora a Milano.

Edizione

I Do di Rae Martini

Opere e contributi